Firmato il decreto contro la pedo-pornografia online

Firmato il decreto contro la pedo-pornografia online

Il ministro delle Comunicazioni, Paolo Gentiloni, ha firmato un decreto contro la pedopornografia online: d'ora in poi gli internet provider dovranno dotarsi di sistemi per oscurare entro 6 ore dalla comunicazione ricevuta, i siti che diffondano o facciano commercio di immagini pedopornografiche.
Nel decreto si dispone in particolare che gli internet provider si dotino dei sistemi per oscurare i siti incriminati entro 60 giorni dalla pubblicazione del decreto sulla Gazzetta Ufficiale al livello minimo di "nome del dominio" ed entro 120 giorni dalla stessa data a livello di indirizzo IP. Ogni 6 mesi si procederà poi al controllo dei risultati ottenuti, alla verifica delle tecnologie adottate e della loro congruenza con gli obiettivi della legge.
"Il decreto - ha affermato Gentiloni - rafforza la lotta contro i contenuti pedopornografici e lo sfruttamento dei minori attraverso Internet che e' una straordinaria fonte di informazione ed un motore dell'innovazione. Per difendere la libertà contro ogni tentazione di censura preventiva e generalizzata, peraltro impraticabile - ha concluso il ministro sottolineando la sua soddisfazione per la collaborazione attiva degli internet provider - occorre colpire in modo certo ed efficace chi ne fa un uso criminoso contro i bambini".

I commenti degli utenti

I commenti sono sottoposti alle linee guida di moderazione e prima di essere visibili devono essere approvati da un moderatore.