Foxconn: assemblare l'iPhone 5 è complicato

  • ForumDiscuti sul forum
  • PrecedenteIl bilancio del cracking day di Anonymous
  • SuccessivoPayPal smentisce gli attacchi di Anonymous

Sarebbe stato lo stesso Terry Gou, presidente della taiwanese Foxconn, a confessare pubblicamente le difficoltà dell'azienda nelle operazioni di assemblaggio dell'iPhone 5, ultima versione prodotta dalla Casa di Cupertino del noto smartphone.

I problemi relativi alla produzione sarebbero dovuti in primo luogo al fatto che il dispositivo è differente da quelli precedentemente prodotti, in secondo luogo la quantità di richieste provenienti dal mercato sarebbe attualmente troppo alta per soddisfare le clausole di Apple per le commesse.

Continua dopo la pubblicità...

Alle difficoltà già citate se ne aggiungerebbe un'altra non direttamente dipendente dal gruppo asiatico, le forniture di alcuni componenti sarebbero infatti particolarmente lente e, tra di esse, vi sarebbe anche quella relativa all'insostituibile Display Retina.

Al di là di quest'ultimo episodio, la storia della Foxconn appare come sempre travagliata; accusata da molti di sottoporre i propri dipendenti a orari massacranti per paghe da fame, i suoi stabilimenti sarebbero stati teatro di suicidi e risse tra migliaia di lavoratori dovuti entrambi alla frustrazione per le condizioni di lavoro inumane.

I commenti degli utenti

I commenti sono sottoposti alle linee guida di moderazione e prima di essere visibili devono essere approvati da un moderatore.