Francia: 1 miliardo di euro contro il Cybercrime

Francia: 1 miliardo di euro contro il Cybercrime

Il presidente della Repubblica francese Emmanuel Macron avrebbe deciso di stanziare un miliardo di euro per finanziare la vera e propria guerra che il suo Paese starebbe conducendo contro i Cybercriminali, utenti malintenzionati che in questo momento starebbero prendendo di mira soprattutto le strutture sanitarie e le loro infrastrutture informatiche.

Della dotazione prevista il 50% dovrebbe essere destinato al potenziamento delle misure di prevenzione degli attacchi, l'altra metà dovrebbe essere impiegata invece nella creazione, presso Parigi, di un centro nazionale per la Cybersecurity. Questo per arginare un fenomeno che dall'inizio del 2021 starebbe portando a registrare quasi un'azione malevola a settimana.

A questo punto sarà necessario verificare che le promesse effettuate si trasformino in un impegno reale, magari imitato da altri paesi europei, perché l'annuncio è stato dato nel corso di una videoconferenza tenutasi con i responsabili di alcuni ospedali transalpini che segnalavano gli attacchi subiti da stabilimenti edificati nella zona di Villefranche-sur-Saone.

Rispetto all'anno scorso sono decuplicati gli interventi di cybersecutity dell'Anssi

Per avere un'idea dell'incidenza del Cyber crimine in Francia basti pensare che nel corso del 2020 l'Anssi (Agence nationale de la sécurité des systèmes d'information), in sostanza l'agenzia francese che gestisce le problematiche relative alla sicurezza informatica, è dovuta intervenire in ben 192 episodi contro i 19 registrati nel corso dell'anno precedente.

Continua dopo la pubblicità...

La situazione del 2021 potrebbe essere ancora peggiore considerando che febbraio non è ancora finito e la sezione dedicata al Cybercrimine del Tribunale parigino sarebbe stata chiamata in causa per almeno una quarantina di attacchi. Tra il 2019 e l'anno corrente sarebbero stati contati anche diversi episodi costati ciascuno oltre 50 milioni di euro.

I commenti degli utenti

I commenti sono liberi: non è necessario iscriversi per poter commentare su questa pagina. Tutti i commenti, tuttavia, sottoposti alle linee guida di moderazione e prima di essere visibili devono essere approvati da un moderatore.