Furti di dati on-line: gli hacktivisti più pericolosi dei cybercriminali

  • ForumDiscuti sul forum
  • PrecedenteFacebook: la password non si cede, dite no al vostro capo!
  • SuccessivoRIM sconfitto in patria: in Canada vince l'iPhone
Furti di dati on-line: gli hacktivisti più pericolosi dei cybercriminali

A sostenerlo sarebbe una ricerca condotta da Verizon secondo la quale le azioni dei gruppi di hacktivisti - primi fra tutti gli Anonymous - sarebberola principale causa di furti di dati nel Mondo. Secondo i dati diffusi da Verizon, infatti, il 58% delle violazioni sarebbero dovute a "motivazioni politiche".

La prima causa di attacchi informatici con conseguente furto di dati, quindi, non sarebbe di tipo economico e non sarebbe, quindi, indirizzata al furto di identità o alla truffa. Il cybercrimine, quindi, rappresenterebbe il secondo principale pericolo per la sicurezza dei dati in Rete, mentre il ruolo da protagonista sarebbe saldamente nelle mani di gruppi come Anonymous o Lulzsec che operano non per finalità economiche ma per difendere principi ed ideali tra i quali, soprattutto, la libertà della Rete.

Continua dopo la pubblicità...

I ricercatori della compagnia sono giunti a queste conclusioni analizzando 855 segnalazioni di incidenti nel 2011, per un totale di 174 milioni di dati rubati.

I commenti degli utenti

I commenti sono sottoposti alle linee guida di moderazione e prima di essere visibili devono essere approvati da un moderatore.