Garante privacy: ispezioni su fatturazione elettronica, data breach e food delivery

Garante privacy: ispezioni su fatturazione elettronica, data breach e food delivery

Il Garante per la protezione dei dati personali ha recentemente approvato il piano ispettivo per il secondo semestre 2020, l'attività di accertamento dell'Autorità, che viene effettuata anche in collaborazione con il Nucleo speciale tutela privacy e frodi tecnologiche della Guardia di finanza, riguarderà alcuni settori specifici in continuità con quanto fatto nel corso del primo semestre del 2020.

Nello specifico i settori individuati per i quali si dovrà verificare l'esistenza di eventuali violazioni sono quelli relativi a fatturazione elettronica, whistleblowing, food delivery e violazioni della sicurezza dei dati per il verificarsi di data breach. Sono poi previste ulteriori ispezioni incentrate sul rispetto delle norme nel rilascio di certificati tramite l'Anagrafe nazionale e nell'attività di marketing, sia nel pubblico che nel privato.

Continua dopo la pubblicità...

Da segnalare che nel suo comunicato in proposito il Garante cita espressamente anche le società che operano nel settore del cosiddetto rating reputazionale, in pratica tutte quelle realtà che permettono di rendere note o pubblicare (soprattutto online) le opinioni e le recensioni degli utenti riguardo a determinate attività economiche (strutture ricettive, ristorazione, e-commerce..).

I controlli si concentreranno anche sull'adozione delle misure di sicurezza da parte di pubbliche amministrazioni e di imprese che trattano particolari categorie di dati personali, sul rispetto delle norme sulla informativa e il consenso nonché sui tempi di conservazione dei dati. L'attività ispettiva verrà svolta anche a seguito di segnalazioni e reclami, con particolare attenzione alle violazioni più gravi.

L'attività ispettiva dell'Autorità svolta nel corso del primo semestre del 2020 avrebbe registrato un notevole incremento delle entrate derivanti dalle sanzioni passando da 1.2 milioni di euro del primo semestre dell'anno a circa 7.1 milioni, con una crescita del 481%. Effettuate inoltre iscrizioni a ruolo per un importo complessivo di oltre 5 milioni di euro (+124%).

I commenti degli utenti

I commenti sono liberi: non è necessario iscriversi per poter commentare su questa pagina. Tutti i commenti, tuttavia, sottoposti alle linee guida di moderazione e prima di essere visibili devono essere approvati da un moderatore.