GitHub è anche mobile con un'App

GitHub, nota piattaforma di code hosting molto frequentata dagli sviluppatori e oggi proprietà della Casa di Redmond, ha presentato un'applicazione mobile per iOS (e a breve anche per Android) che consentirà agli utenti di gestire i propri repository anche da smartphone. I vantaggi immediati relativi a questa novità riguardano innanzitutto il fatto di non dover più utilizzare soluzioni di terze parti.

La beta dell'App è stata annunciata nel corso dell'evento Universe 2019 ed è stata concepita anche per l'utilizzo su tablet. Come specificato, grazie ad essa non sarà possibile accedere a tutte le feature della piattaforma, ma sono già disponibili numerosi strumenti per lo sviluppo collaborativo, la code revision e il feedback sharing.

Continua dopo la pubblicità...

Come chiarito dai portavoce di GitHub, l'applicazione dovrebbe fornire strumenti di aiuto allo sviluppo più che funzionalità appositamente dedicate al versioning (operazione comunque non semplicissima quando operata tramite un device touchscreen). Da questo punto di vista si segnala una gestione ottimizzata delle notifiche che dovrebbe risultare più razionale rispetto a quella basata sulla ricezione di email.

Sempre nel corso delle medesima manifestazioni sono state presentate le prime versioni definitive delle piattaforme Actions, per l'automatizzazione dei workflow, e Packages, un sistema che consente di ospitare i pachetti software sia privatamente che pubblicamente e di utilizzare i package stessi come dipendenze di un progetto (un po' come accade con Hub Docker).

Di non minore rilevanza gli annunci riguardanti l'implementazione della formula Sponsors, una sorta di "Patreon" dedicato a sviluppatori, designers, mantainer e ricercatori che permette di sostenere il loro operato tramite donazioni in denaro. Il servizio non prevede il pagamento di una commissione a GitHub e punta a monetizzare il lavoro dei contributor in ambito Open Source.

I commenti degli utenti

I commenti sono sottoposti alle linee guida di moderazione e prima di essere visibili devono essere approvati da un moderatore.