Google: più affidabilità, meno spam

Google: più affidabilità, meno spam

La posizione di primato è ancora salda ma la concorrenza è arrembante, vedi Bing. In quel di Mountain View sanno quindi che l'unico modo per mantenere il trono è quello di rendere i risultati del proprio motore di ricerca sempre più affidabili. Essere il re non esclude dalla lotta per la sopravvivenza

Matt Cutts, software engineer di Google, ha recentemente pubblicato un intervento sul blog del gruppo per assicurare gli utenti che presto verranno adottate misure ancora più severe per eliminare o limitare quanto più possibile lo spam dalla SERP più consultata della Rete.

Cutts parte dall'assunto che durante il 2010 i siti Web attaccati in modo da incorporare codice malevolo sono aumentati in modo esponenziale, sarebbe quindi compito di Google quello di selezionare in modo sempre più attento i link presenti all'interno dei risultati delle ricerche.

La strategia adottata da Cutts e colleghi potrebbe essere quella di colpire quanto più precisamente possibile i siti Internet che produco grandi quantità di contenuti di bassa qualità.

I commenti degli utenti

I commenti sono liberi: non è necessario iscriversi per poter commentare su questa pagina. Tutti i commenti, tuttavia, sottoposti alle linee guida di moderazione e prima di essere visibili devono essere approvati da un moderatore.