Google Cloud Next OnAir: il futuro è nel visual coding

Google Cloud Next OnAir: il futuro è nel visual coding

Il Cloud Next OnAir, evento completamente online dedicato ai servizi forniti dalla GCP (Google Cloud Platform), ha permesso di capire quale sia la visione di Mountain View riguardo al futuro del Business Application Management, dello sviluppo di soluzioni software Cloud based e del serverless computing. Il tutto senza dimenticare il ruolo che l'AI avrà nei processi aziendali.

Business Application Platform e AppSheet Automation: un nuovo modo di creare applicazioni.

L'annuncio più rilevante dell'appuntamento è stato sicuramente quello della nuova Business Application Platform, un set di strumenti per il Development e la distribuzione realizzato a partire da AppSheet. Quest'ultima, divenuta proprietà di Big G tramite un'acquisizione, consente di creare applicazioni tramite strumenti visuali, limitando al massimo la digitazione del codice.

Continua dopo la pubblicità...

Low-code e no-code sono per Google le chiavi del nuovo approccio aziendale alla programmazione o al suo superamento, a tal proposito i portavoce della compagnia hanno citato una previsione recentemente formulata dai ricercatori di Gartner secondo la quale entro i prossimi 2 anni vi sarà più richiesta di "citizen developer", utenti finali in grado di sviluppare applicazioni, che di programmatori veri e propri.

Sempre in un'ottica di semplificazione dei processi di business, il gruppo capitanato da Sundar Pichai ha reso noto l'ingresso di AppSheet Automation nella fase di Early Access, grazie ad essa sarà la stessa GCP (tramite l'AI) a gestire la maggior parte delle procedure di deployment senza la necessità di configurazioni manuali o altri interventi da parte degli utilizzatori.

Stesso discorso per quanto riguarda la gestione dell'infrastruttura tecnica che, sempre secondo la visione di Google, sarà anch'essa completamente automatizzata. Da questo punto di vista risulta chiara la volontà di scommettere sul serverless computing dove il network e i servizi in esso attivi sostituiscono le architetture centralizzate basate sui server.

I commenti degli utenti

I commenti sono sottoposti alle linee guida di moderazione e prima di essere visibili devono essere approvati da un moderatore.