Google dichiara guerra agli editori tedeschi

  • Facebook
  • Twitter
  • Linkedin
  • Email
Google dichiara guerra agli editori tedeschi

I responsabili di Mountain View avrebbero deciso di dichiarare guerra all'editoria tedesca, da quest'ultima infatti sarebbero recentemente giunte accuse di violazione di copyright e pretese ritenute senza fondamento come per esempio la richiesta di un pagamento per ogni articolo pubblicato in Rete.

Ma in cosa consisteranno le iniziative di Google? Nello specifico il gruppo dovrebbe occuparsi di eliminare le notizie provenienti da una ventina di siti Web di emittenti televisive e radiofoniche nonché gli snippet e le miniature di alcuni portali informativi tra cui "bild.de", "bunte.de" o "hoerzu.de",

Per la precisione, nel mirino dell'azienda capitanata da Larry Page vi sarebbero le risorse di quegli editori che fanno riferimento all'organizzazione denominata VG Media, motivo per il quale testate come "Der Spiegel", che non ne fanno parte, non dovrebbero subire alcuna penalizzazione.

Secondo quanto affermato da Philipp Justus, dirigente a capo della divisione tedesca di Big G, l'opera di rimozione dovrebbe cominciare entro il 9 di ottobre e, in alcuni casi, potrebbe comportare la rimozione di intere pagine dalla SERP del motore di ricerca.

Claudio Garau

Web developer, programmatore, Database Administrator, Linux Admin, docente e copywriter specializzato in contenuti sulle tecnologie orientate a Web, mobile, Cybersecurity e Digital Marketing per sviluppatori, PA e imprese.

Non perderti nessuna news!

I commenti degli utenti

I commenti sono liberi: non è necessario iscriversi per poter commentare su questa pagina. Tutti i commenti, tuttavia, sottoposti alle linee guida di moderazione e prima di essere visibili devono essere approvati da un moderatore.

Oppure leggi i commenti degli altri utenti