Google Pay con supporto per le PostPay

Google Pay con supporto per le PostPay

Mountain View continua a stringere alleanze anche in Italia per estendere il numero di istituti di credito che supportano il suo sistema per i pagamenti in mobilità: Google Pay. L'ultima partnership attivata in ordine di tempo è quella con Poste Italiane per permettere anche ai clienti dotati di carte PostePay di usare il proprio smartphone Android durante gli acquisti nei negozi fisici.

E' importante chiarire da subito che non tutte le PostePay potranno essere associate al servizio, ad oggi infatti il supporto da parte di Google Pay è garantito soltanto per le varianti PostePay Connect, PostePay Evolution e PostePay Evolution Business. Rimangono quindi escluse la PostePay standard e la IoStudio Postepay.

Continua dopo la pubblicità...

A differenze delle ultime due le prime 3, quelle appunto compatibili con la piattaforma di Big G, sono dotate di IBAN, caratteristica che le rende in tutto e per tutto un prodotto bancario. Da qui probabilmente la scelta di includere soltanto le carte di questo tipo in un sistema che basa il suo funzionamento sulla tecnologia NFC (Near Field Communication).

Dopo aver associato la carta al servizio, per utilizzare Google Pay con la propria PostePay ed effettuare acquisti sarà sufficiente accostare lo smartphone ad uno dei terminali POS abilitati. Fatto questo il pagamento verrà autorizzato utilizzando uno dei metodi scelti per lo sblocco del telefono, come per esempio l'impronta digitale.

Per quanto riguarda la sicurezza, si ricorda che Google Pay non comunica il numero della carta di credito utilizzata all'esercente. I trasferimento di denaro vengono effettuati infatti sfruttando un numero di carta di credito virtuale prodotto volta per volta dinamicamente al momento della transazione. In questo modo Google Pay potrebbe garantire un livello di protezione persino superiore a quello delle carte vere e proprie.

I commenti degli utenti

I commenti sono sottoposti alle linee guida di moderazione e prima di essere visibili devono essere approvati da un moderatore.