Google segnala la pubblicità invadente

  • ForumDiscuti sul forum
  • PrecedenteIl Play Store penalizza le App meno performanti
  • SuccessivoWindows 10 Fall Creators Update a metà ottobre
Google segnala la pubblicità invadente

Mountain View avrebbe deciso di segnalare ai titolari di siti Internet la presenza di annunci pubblicitari invadenti tra le loro pagine; l'iniziativa dovrebbe prendere vita nel corso delle prossime settimane, l'intenzione sarebbe in pratica quella di abituare i Webmaster ad adottare buone pratiche nella collocazione dell'advertising.

Ma quali potrebbero essere gli annunci ritenuti più fastidiosi da Google? Tra di essi vi sono sicuramente quelli che vengono proposti attraverse le finestre pop-up, soprattutto quelle che impediscono agli utenti di accedere direttamente ai contenuti principali di un sito Internet. Stesso discorso per elementi che potrebbero danneggiare la user experience come i video in auto-play.

In generale dovrebbero essere segnalate tutte quelle pubblicità che vengono inserite in violazione degli standard dettati dalla Coalition for Better Ads, il consorzio guidato dalla stessa Big G che si propone di fornire delle specifiche ufficiali con le quali mediare tra le esigenze di monetizzazione e il miglioramento della UX.

Per il momento quelli forniti da Google dovrebbero essere soltanto dei suggerimenti non vincolanti, presto però i gestori dei siti Web saranno praticamente obbligati a seguire le indicazioni dell'azienda californiana. Le future versioni del browser Google Chrome presenteranno infatti un ad-blocker integrato.

Quest'ultimo non bloccherà indiscriminatamente tutti gli annunci pubblicitari, ma soltanto quelli che non rispettano i Better Ads Standards della Coalition for Better Ads, caratteristica che ha portato diversi titolari di siti Web ad accusare Mountain View di voler limitare il mercato all'advertising proposto dalla sua piattaforma pubblicitaria.

I commenti degli utenti

I commenti sono sottoposti alle linee guida di moderazione e prima di essere visibili devono essere approvati da un moderatore.