Google+ supporta il linguaggio dei segni

  • ForumDiscuti sul forum
  • PrecedenteFrance Télécom vuole operare in Italia
  • SuccessivoCrowdFundMe raccoglie capitali online per le startup

Gli sviluppatori di Mountain View hanno aggiunto alcune funzionalità appositamente dedicate al linguaggio dei segni negli Hangouts, le videochat per le trasmissioni live multi-utente, pubbliche o private, attraverso il social network Google+.

Nello specifico sarebbe stata implementata un feature grazie alla quale un interlocutore potrà intervenire in video con il supporto di un interprete per i non udenti, ciò dovrebbe essere possibile attraverso un sistema basato su doppie finestre visibili contemporaneamente.

Per ora questo nuovo strumento sarebbe stato reso disponibile in via sperimentale per il solo territorio degli Stati Uniti, naturalmente non si esclude che un eventuale successo dell'iniziativa possa consentirne l'estensione anche ad altri paesi.

La nuova funzionalità dovrebbe sostituire un'altra feature dedicata ai non udenti, cioè la creazione dei sottotitoli in tempo reale, potenzialmente una buona idea ma al lato pratico troppo imprecisa per consentire agli utenti di seguire gli Hangouts senza difficoltà.

I commenti degli utenti

I commenti sono liberi: non è necessario iscriversi per poter commentare su questa pagina. Tutti i commenti, tuttavia, sottoposti alle linee guida di moderazione e prima di essere visibili devono essere approvati da un moderatore.