Google tratta per acquisire Softcard?

  • ForumDiscuti sul forum
  • PrecedenteRed Star 3.0, Linux secondo la Corea del Nord
  • SuccessivoGoogle Play supera App Store per numero di Apps
Google tratta per acquisire Softcard?

I vertici di Mountain View sarebbero in trattativa con i dirigenti della Softcard per valutare una possibile acquisizione di quest'ultima; si tratta di una società specializzata per la produzione di soluzioni dedicate alla tecnologia NFC (Near Field Communication) utilizzata per le comunicazioni a cortissimo raggio tra dispositivi e i pagamenti in mobilità.

La Softcard era precedentemente nota con il nome di "ISIS", sfortunatamente però la compagnia si è recentemente vista costratta a modificare la propria ragione sociale per motivi abbastanza intuibili nonché ricollegabili all'involuta omonimia con la nota organizzazione terroristica fondamentalista per la creazione di uno stato islamico.

Continua dopo la pubblicità...

Softcard è in tutto e per tutto una startup ma è nata nel 2010 su basi molto solide perché frutto di una joint venture a cui hanno partecipato i provider Verizon, AT&T e T-Mobile; un'alleanza che nel tempo avrebbe comunque prodotto l'effetto collaterale di impedire l'accesso alla tecnologia per la piattaforma Google Wallet.

L'azienda ora presente nella "lista della spesa" di Larry Page e soci dovrebbe contare su circa 200 mila punti vendita abilitati all'utilizzo delle sue soluzioni, nonostante questo il suo non sarebbe stato un passato di grande successo, basti pensare che Softcard avrebbe registrato perdite pari a circa 15 milioni di dollari per ogni mese di attività.

Big G potrebbe sfruttare questa acquisizione (sempre che essa venga confermata) per dotare il sistema operativo mobile Android di un'alternativa ad Apple Pay, il sistema basato su NFC della Casa di Cupertino; secondo i calcoli degli analisti finanziari l'acquisizione del controllo di Softcard dovrebbe costare meno di 100 milioni di dollari.

I commenti degli utenti

I commenti sono sottoposti alle linee guida di moderazione e prima di essere visibili devono essere approvati da un moderatore.