Google+: lo usa effettivamento lo 0.3% degli iscritti

  • ForumDiscuti sul forum
  • PrecedenteFacebook e Instagram off-line per un'ora
  • SuccessivoChat di gruppo e video da 30 secondi su Twitter

Google+, il social network di Mountain View, conterebbe un numero impressionante di utenti, circa 2.2 miliardi tenendo conto dell'intera rete di Web services gestiti da Big G, ma a questo dato farebbe da contraltare una quantità irrisoria di iscritti effettivamente attivi: parliamo dello 0.3% sul totale, cioè appena quattro milioni di individui.

Secondo una recente rilevazione effettuata da alcuni blogger, che comunque non disporrebbero delle cifre ufficiali mantenute riservate da Mountain View, soltanto l'8% degli utenti di Google+ avrebbe pubblicato almeno un contenuto sulla piattaforma; nella maggior parte dei casi si sarebbe comunque trattatato del post di un commento su YouTube.

Continua dopo la pubblicità...

A rincarare la dose vi sarebbe inoltre il fatto che soltanto il 6% degli account che hanno pubblicato almeno una volta qualcosa su Google+ sarebbero risultati attivi nel corso del 2015; tra i contenuti di questi ultimi appena la metà non sarebbero ricollegabili a commenti pubblicati sul sito per il video streaming di Larry Page e soci.

Insomma, Google+ esisterebbe e sarebbe più popolato di Facebook (che conta 1.3 miliardi di utenti) soltanto per il fatto di essere legato alla creazione degli account di Big G e alla presenza di un'apposita applicazione sul sistema operativo mobile Android della stessa casa madre; per il resto si rivelerebbe un'immensa scatola vuota.

E' immaginabile che, anche per un'azienda dotata di grandissime disponibilità economiche come Mountain View, la gestione di una piattaforma come Google+ comporti un importante dispendio di denaro, tempo e risorse; ad oggi è però difficile pensare che tali investimenti possano portare ad un successo del progetto in futuro.

I commenti degli utenti

I commenti sono sottoposti alle linee guida di moderazione e prima di essere visibili devono essere approvati da un moderatore.