#googledown (anche Google può andare off-line). A distanza di 36 ore ancora problemi per Gmail

#googledown (anche Google può andare off-line). A distanza di 36 ore ancora problemi per Gmail

Cosa succederebbe se i server di Google andassero offline? Il 14 dicembre del 2020, anno che sicuramente non ha bisogno di altri eventi straordinari per essere ricordato, abbiamo avuto la risposta a questa domanda: milioni di persone sono state tagliate fuori da diversi servizi online gestiti dal colosso di Mountain View ma, almeno apparentemente, il Mondo sembra essere sopravvissuto anche a questa ennesima catastrofe. Ma veniamo ai fatti.

Secondo quanto si è potuto osservare anche in Italia, il giorno 14 dicembre per circa tre ore, alcune piattaforme utilizzatissime per la posta elettronica (come Gmail), la creazione e gestione di documenti in Cloud (Google Docs) e lo streaming audio/video (YouTube) avrebbero restituito un errore HTTP con codice di stato 503, sigla che indica inequivocabilmente l'impossibilità di raggiungere le risorse messe a disposizione tramite un server web a causa di un problema tecnico.

Le ripercussioni del down di Google su smart-working e DAD

Stesso discorso per quanto riguarda il Google Play Store, con un coinvolgimento dell'ecosistema Android, e persino alcuni servizi per le videoconferenze e i meeting online come Google Hangouts e Google Meet. Anche lo smart working e la didattica a distanza avrebbero quindi subito il contraccolpo delle problematiche registrate all'interno del gigantesco ecosistema di Google.

Le prime comunicazioni da parte dei portavoce di Mountain View riguardo al down improvviso del network aziendale sarebbero arrivate poco dopo le 13 assicurando un tempestivo intervento da parte dei tecnici, quest'ultimo sembrerebbe essere stato effettivamente utile perché la situazione sarebbe rientrata nella normalità verso le 14.

Continua dopo la pubblicità...

Ma quali potrebbero essere state le cause del disservizio? Per il momento le indagini di Big G sarebbero ancora in corso e presto dovrebbero essere disponibili degli aggiornamenti contenenti ulteriori dettagli. Secondo alcune delle prime interpretazioni ad andare in tilt sarebbe stato il sistema utilizzato da Google per la gestione delle utenze.

Aggiornamento del 16 dicembre: nuovi problemi a Gmail

A distanza di 36 ore i problemi al network di Google non sembrano finiti. Nella notte tra il 15 ed il 16 dicembre, infatti, si sarebbero verificati nuovi disservizi limitatamente ai servizi di posta elettronica gestiti dal colosso Americano. Secondo quanto sperimentato anche in Italia, per alcune ore non sarebbe stato possibile inviare email alle caselle @gmail.com ottenendo in risposta un messaggio di errore del tipo "Undelivered Mail Returned to Sender". Questo il contenuto del messaggio inviato dai server di posta di Google:

<[email protected]>: host gmail-smtp-in.l.google.com[...] said:
   550-5.1.1 The email account that you tried to reach does not exist. Please
   try 550-5.1.1 double-checking the recipient's email address for typos or
   550-5.1.1 unnecessary spaces. Learn more at 550 5.1.1
   https://support.google.com/mail/?p=NoSuchUser ...

Ovviamente le caselle non sono inesistenti, come indicato nel messaggio d'errore che ha messo in allarme non poche persone nel mondo.

Secondo quanto si apprende le cause del disservizio non sarebbero state ancora identificate. I tecnici di Google sarebbero al lavoro per analizzare quanto successo negli ultimi giorni in cerca di una risposta in grado di far luce su un disservizio che, a causa delle dimensioni colossali dell'azienda, non può essere preso alla leggera.

I commenti degli utenti

I commenti sono liberi: non è necessario iscriversi per poter commentare su questa pagina. Tutti i commenti, tuttavia, sottoposti alle linee guida di moderazione e prima di essere visibili devono essere approvati da un moderatore.