I grandi del Web vogliono un formato libero per i video

  • Facebook
  • Twitter
  • Linkedin
  • Email

L'AOM (Alliance for Open Media), un consorzio che annovera tra i propri membri alcuni colossi del Web e della tecnologia come per esempio Amazon, Cisco, Mountain View, Intel, Redmond, la Fondazione Mozilla e Netflix, avrebbero deciso di unire i propri sforzi al fine di creare un formato per i video da rilasciare sotto licenza Open Source.

Tale iniziativa nascerebbe da due considerazioni, la prima riguarderebbe il fatto che standard commerciali come per esempio Ultra HD e HEVC/H.265 si sarebbero dimostrati troppo costosi a causa del peso delle royalties per i brevetti, la secondo farebbe riferimento alla continua richiesta di contenuti di alta qualità che vadano oltre il Full HD.

L'idea dell'alleanza sarebbe quindi quella di produrre un formato adatto alle trasmissioni in streaming sulla Rete, utilizzabile liberamente sia per scopi privati che per progetti commerciali, ad alto livello di interoperabilità per poter interagire con il maggior numero possibile di piattaforme nonché alternativo alle soluzioni proprietarie più diffuse.

A livello pratico, e al di là di quelle che saranno le necessità tecniche per l'implementazione di questo nuovo codec, le aziende partecipanti daranno vita ad una Joint Development Foundation in grado di controllare che il prodotto ottenuto non sia vincolato a brevetti che in futuro potrebbero ostacolarne l'adozione di massa.

Da sottilineare che alcuni dei gruppi che partecipano al consorzio starebbero già sviluppando dei formati aperti per il video, si pensi per esempio al VP10 di Big G, ciò dovrebbe velocizzare la realizzazione di uno standard innovativo, anche se i promotori dell'iniziativa avrebbero già affermato che probabilmente occorreranno alcuni anni prima di ottenere i primi risultati concreti.

Claudio Garau

Web developer, programmatore, Database Administrator, Linux Admin, docente e copywriter specializzato in contenuti sulle tecnologie orientate a Web, mobile, Cybersecurity e Digital Marketing per sviluppatori, PA e imprese.

Non perderti nessuna news!

I commenti degli utenti

I commenti sono liberi: non è necessario iscriversi per poter commentare su questa pagina. Tutti i commenti, tuttavia, sottoposti alle linee guida di moderazione e prima di essere visibili devono essere approvati da un moderatore.

Oppure leggi i commenti degli altri utenti