Un'indagine sulle Big Company per il trattamento dei dati

  • ForumDiscuti sul forum
  • PrecedenteTelegram Down: impossibile inviare e ricevere messaggi anche in Italia
  • SuccessivoRilasciato WordPress 3.0.1
Un'indagine sulle Big Company per il trattamento dei dati

La FTC (Federal Trade Commission) avrebbe richiesto, o per meglio dire ordinato, ad alcune note piattaforme per il social networking, la ricerca, lo shopping online e lo streaming audio/video di chiarire le modalità con cui vengono trattati i dati degli utenti. Le compagnie a capo di tali servizi dovrebbero avere 45 giorni di tempo per inviare la necessaria documentazione.

Nello specifico sarebbero coinvolte Google, Amazon, Facebook e la sua controllata WhatsApp, l'applicazione VoIP Discord (frequentemente utilizzata durante le live di Twitch), Snap, Reddit, la cinese ByteDance con la sua creatura TikTok, Twitter e YouTube. Praticamente tutti i grandi nomi dell'High Tech tranne Microsoft e la Mela Morsicata.

La FTC vuole chiarire in che modo vengono usati i dati degli utenti raccolti per la profilazione, in particolare i dati dei minori

Tra le richieste dell'FTC vi sarebbe anche quella di specificare in che modo vengono selezionati gli annunci pubblicitari da mostrare agli utenti, che questi ultimi siano frutto di profilazione appare abbastanza chiaro dal loro livello di personalizzazione ma si vuole capire quanto siano approfondite le analisi sui dati personali raccolti.

Da segnalare anche l'intenzione di indagare sul trattamento delle informazioni messe a disposizione dai minori, a questo proposito infatti si dovranno fornire dettagli riguardanti le tecniche impiegate dalle piattaforme per massimizzare la fidelizzazione con lo scopo di ottenere dati di marketing utilizzabili durante la crescita di un utente e il variare delle sue scelte in tema di consumo.

Continua dopo la pubblicità...

Nonostante il voto contrario di un componente dell'FTC su 5, quello del repubblicano Noah Joshua Phillips, l'FTC avrebbe deciso di scoprire in che modo i comportamenti degli statunitensi siano stati influenzati nel corso degli ultimi anni da aziende in grado di modificare le abitudini relative non soltanto alla spesa ma anche alla fruizione dei contenuti.

I commenti degli utenti

I commenti sono liberi: non è necessario iscriversi per poter commentare su questa pagina. Tutti i commenti, tuttavia, sottoposti alle linee guida di moderazione e prima di essere visibili devono essere approvati da un moderatore.