Per Intel il futuro del transistor è tridimensionale

Per Intel il futuro del transistor è tridimensionale

Intel ha creato tri-gate, un chip realizzato utilizzando una tecnica di tipo tridimensionale che costituisce un'alternativa, e una importante novità, rispetto al modello bidimensionale sfruttato dalla stessa azienda di Santa Clara fin dal tecnologicamente lontano 2002.

Grazie all'introduzione di questa nuova tecnica basata sul 3D, la Intel sarebbe ora in grado di garantire una migliore gestione del flusso elettrico proveniente dall'alimentazione, inoltre, dovrebbero essere ottimizzati anche i processi che determinano gli stati di attivazione e disattivazione.

Continua dopo la pubblicità...

Nonostante il colosso dei processori abbia già provveduto a diffondere la notizia della loro esistenza, i chip di tipo Tri-Gate non sono ancora pronti per essere piazzati su larga scala nel mercato, entro l'anno dovrebbero però esserci delle importanti novità in questo senso.

La costruzione del Tri-Gate è stata affidata ad una sociatà asiatica, la TSM, acronimo di Taiwan Semiconductor Manufacturing, che può vantare insieme ad Intel di aver inventato nuovamente i transistor portando a compimento un progetto che da tempo era anche nei piani della concorrenza.

I commenti degli utenti

I commenti sono sottoposti alle linee guida di moderazione e prima di essere visibili devono essere approvati da un moderatore.