Intel: l'IoT fa crescere i profitti

Intel: l'IoT fa crescere i profitti

Il colosso dei semiconduttori Intel avrebbe recentemente presentato la sua trimestrale di cassa relativa all'ultimo quarto d'esercizio; l'azienda starebbe riuscendo a registrare profitti crescenti, anche se nel contempo i ricavi tenderebbero a rimanere stabili; il tutto in un panorama che mostra importanti segni di cambiamento.

Volendo analizzare i numeri disponibili, si scoprirebbe che nel periodo compreso tra i mesi di gennaio e marzo dell'anno corrente il gruppo avrebbe generato ricavi per 12.8 miliardi di dollari, sostanzialmente un valore pari a quello comunicato relativamente allo stesso periodo del 2014; gli utili operativi sarebbero invece fino a 2.6 miliardi di dollari con un +4%.

Continua dopo la pubblicità...

Le notizie meno entusiasmanti arriverebbero dal mercato consumer, questo in particolare per via di una flessione delle vendite di Pc che non coinvolgerebbe soltato Intel; il lancio degli ultimi processori realizzati dalla compagnia, cioè quelli basati sull'architettura SkyLake a 14 nanometri, potrebbe però migliorare questa tendenza nel secondo semestre del 2015.

Nello specifico il comparto computing dedicato ai client avrebbe permesso ad Intel di registrare vendite per 7.4 miliardi di dollari, ci si troverebbe quindi davanti ad un calo pari all'8% in 12 mesi; per contro sarebbero buoni i risultati derivanti dalla divisione Data Center con un giro d'affari pari a 3.7 miliardi di dollari e una crescita del 19%.

Ottime le notizie provenienti dal comparto Internet of Things con vendite per 533 milioni di dollari e un importante crescita dell'11% in un anno; le cifre prodotte da Intel in questo settore non sarebbero per il momento a sette zeri, ma l'Internet delle Cose è per molti versi un mercato ancora allo stato embrionale con potenzialità illimitate a livello di business.

I commenti degli utenti

I commenti sono sottoposti alle linee guida di moderazione e prima di essere visibili devono essere approvati da un moderatore.