Intel: un nuovo CEO da Google?

  • ForumDiscuti sul forum
  • PrecedenteFacebook e media: gli utenti valutano la qualità delle fonti
  • SuccessivoWikipedia si ferma contro la nuova legge sul copyright
Intel: un nuovo CEO da Google?

Le recenti dimissioni di Brian Krzanich hanno reso vacante la poltrona di CEO di Intel, ma secondo alcune indiscrezioni giornalistiche il nome del suo successore sarebbe già stato individuato. Si tratterebbe per la precisione di una donna attualmente dipendente di Mountain View in quanto COO (Chief Operating Officer) della divisione Google Cloud.

Diane Bryant è però una vecchia conoscenza di Santa Clara, dove ha lavorato per ben 30 anni. Il suo profilo corrisponderebbe quindi a quello tracciato dal board del gruppo per la nomina del nuovo amministratore delegato che, nelle intenzioni, dovrebbe essere un ex dirigente oggi impiegato nel management di altre compagnie.

Continua dopo la pubblicità...

A rinforzare tale ipotesi sarebbe soprattutto il fatto che la Bryant avrebbe già lasciato Google, nonostante sia divenuta parte del suo organigramma soltanto alla fine dello scorso anno. Per Big G si tratterà ora di ricercare un nuovo responsabile del team Cloud che è uno degli asset più promettenti tra quelli su cui l'azienda sta attualmente investendo.

Nata nel 1962, Diane Bryant è una top manager che può vantare diversi risultati importanti tra cui la crescita del Data Center Group di Intel che, grazie alla sua strategia commerciale fortemente incentrata sulle esigenze dei clienti, è riuscita a raggiungere nel corso del 2016 un giro d'affari pari ad oltre 17 miliardi di dollari.

Finita per ben 2 volte (2015 e 2016) nella classifica annuale di Fortune dedicata alle 50 donne più influenti del business negli Stati Uniti, la Bryant siede anche nel consiglio di amministrazione della United Technologies, un agglomerato che riunisce alcune importanti multinazionali dell'High Tech intorno ai temi della ricerca e dello sviluppo.

I commenti degli utenti

I commenti sono sottoposti alle linee guida di moderazione e prima di essere visibili devono essere approvati da un moderatore.