Internet è necessario, lo dice Obama

  • ForumDiscuti sul forum
  • PrecedenteTiscali entra in Aria (e parla Russo)
  • SuccessivoCrowdFundMe raccoglie capitali online per le startup

Barack Obama, presidente degli Stati Uniti d'America, avrebbe deciso di dar vita ad un programma grazie al quale diffondere le connessioni ad Internet ad alta velocità anche nelle aree dove i privati non sarebbero intenzionati ad investire per scarse opportunità di profitto; tale iniziativa dovrebbe contribuire all'eliminazione del Digital Divide dagli USA.

Di ConnectHome, questo il nome del programma, sarebbe stata già organizzata una prima fase concepita per consentire l'accesso rapido alla Rete a ben 250 mila famiglie e non meno di 200 mila minori; in generale ad essere interessati dovrebbero essere nuclei familiari a basso reddito e/o residenti in località infrastrutturalmente svantaggiate.

Continua dopo la pubblicità...

Secondo quanto affermato da Obama, che aveva introdotto l'argomento tramite un discorso presidenziale tenutosi all'inizio dell'anno corrente, ad oggi non sarebbe più possibile pensare ad Internet in banda larga come ad un lusso per le sole persone che se lo possono pemettere, la possibilità di collegarsi alla Rete dati sarebbe divenuta una necessità per tutti.

Nonostante gli Stati Uniti non siano stati mai avari per quanto riguarda i finanziamenti ai progetti per l'eliminazione della piaga del Digital Divide, attualmente permarrebbe una situazione in cui circa la metà dei bambini appartenenti a famiglie a basso reddito sarebbe di fatto esclusa dalla possibilità di utilizzare connessioni al Web.

Il progetto voluto da Washington sarebbe stato accolto con entusiasmo da buona parte dei provider statunitensi, tra di essi vi sarebbe anche Mountain view che, con la sua controllata Google Fiber, è direttamente interessata anche dal punto di vista commerciale alla diffusione delle infrastrutture per le connessioni di rete.

I commenti degli utenti

I commenti sono liberi: non è necessario iscriversi per poter commentare su questa pagina. Tutti i commenti, tuttavia, sottoposti alle linee guida di moderazione e prima di essere visibili devono essere approvati da un moderatore.