Italia al 15° posto in Europa per costo delle connessioni

  • ForumDiscuti sul forum
  • PrecedenteZoom: 100 milioni di dollari per gli sviluppatori
  • SuccessivoPA: i costi per le imprese per la mancata digitalizzazione
Italia al 15° posto in Europa per costo delle connessioni

Secondo le stime effettuate da AddictiveTips, mediamente i nostri connazionali spenderebbero 330 euro all'anno per le connessioni a banda larga. Considerando che la retribuzione media netta di un singolo cittadino italiano è di poco più di 17 mila euro l'anno tale spesa corrisponderebbe sostanzialmente all'1.9% di quanto guadagnato.

Stando così le cose e considerando tutti e 38 i Paesi europei (quindi anche quelli che non fanno parte dell'Unione) l'Italia si piazzerebbe al 15° posto per costo della connessione, al primo posto vi sarebbe invece l'Albania dove la spesa media per la broadband si attesterebbe su 292 euro annui a fronte di stipendi netti da 4.100 euro all'anno.

A spendere più di noi rispetto alle proprie disponibilità vi sarebbero nell'ordine la Macedonia con il 6.8% sul netto, il Montenegro (4.4%), la Grecia (4.3%), il Portogallo (3.3%), la Bosnia Erzegovina (3.2%) e la Serbia (3.1%). Per trovare un Paese in cui il peso della connessione scende al di sotto del 3% si dovrebbe arrivare al 9° posto occupato dalla Spagna (2.7%).

In pratica la Penisola si piazzerebbe poco al di sopra di metà classifica, ma verrebbe superata da realtà come la Svizzera dove la broadband costa sensibilmente di più, circa 700 euro l'anno, ma a fronte di retribuzioni medie estremamente elevate, oltre 60 mila euro l'anno, per un peso di tale spesa calcolabile poco al di sopra del punto percentuale.

Continua dopo la pubblicità...

Da questo punto di vista farebbero meglio di noi anche la Lituania e la Francia (entrambe con l'1.2%), la Gran Bretagna (1.3%), la Danimarca e la Germania (1.4%), la Finlandia e la Romania (1.5%), l'Irlanda, la Svezia e la Russia (1.6%). In generale i prezzi medi delle connessioni sembrerebbero non riflettere necessariamente le condizioni economiche di un stato.

I commenti degli utenti

I commenti sono liberi: non è necessario iscriversi per poter commentare su questa pagina. Tutti i commenti, tuttavia, sottoposti alle linee guida di moderazione e prima di essere visibili devono essere approvati da un moderatore.