In Italia cresce la disinformazione online

  • ForumDiscuti sul forum
  • PrecedenteWindows 10: basta con la rimozione sicura dell'hardware
  • SuccessivoE-commerce: affari per 500 milioni di euro grazie ad Amazon

Secondo la nuova edizione dell'Osservatorio sulla disinformazione online di AGCom (Autorità per le Garanzie nelle Comunicazioni), il fenomeno della disinformazione in Rete si sarebbe ulteriormente diffuso nel nostro Paese. Considerando il primo bimestre del 2019, sarebbe stata registrata una crescita del 10% in gennaio e un +4% in febbraio.

Come è facile prevedere, ad essere falsificate più frequentemente sarebbero in particolare le notizie riguardanti la cronaca e la politica, non a caso quelle intorno alle quali è più semplice generare polarizzazione presso l'utenza meno avveduta. Da sole queste tematiche avrebbero riguardato il 56% delle fake news pubblicate, con 3 punti percentuali in più rispetto al precedente periodo di osservazione.

Continua dopo la pubblicità...

Analizzando il fenomeno più nel dettaglio si scoprirebbe che gli argomenti maggiormente sfruttati per la produzione di false notizie sarebbero in tutto 5: le condizioni metereologiche, la cronaca nera e quella di carattere giudiziario, il lavoro e gli stili di vita, le questioni economiche e, ultimo non per importanza, le vicende politiche e di governo.

Il report viene realizzato attraverso l'analisi di milioni di pubblicazioni in modo da identificare le tendenze in atto, dato l'approssimarsi delle Elezioni Europee che si terranno tra il 23 e il 26 maggio non sorprende che queste ultime stiano conquistando sempre più spazio anche tra le fake news, soprattutto attraverso contenuti in grado di impattare sull'emotività dei lettori.

Per quanto riguarda le keyword più utilizzate, nei documenti sarebbe stata individuata la prevalenza dei termini "Meteo", "Italia" e "Euro". I soggetti istituzionali, le compagini politiche e i loro esponenti sarebbero poi variamente presenti nella Top 30 delle parole chiave più presenti, confermando la relazione tra fake news e dinamiche dell'opinione pubblica.

I commenti degli utenti

I commenti sono sottoposti alle linee guida di moderazione e prima di essere visibili devono essere approvati da un moderatore.