Italiani e cellulari: molta tecnologia e poca educazione

Italiani e cellulari: molta tecnologia e poca educazione

Secondo una recente rilevazione svolta da Intel nei paesi EMEA (Europa, Medio Oriente e Africa), gli italiani risultano essere un popolo molto attrezzato ed aggiornato nel settore della telefonia mobile ma, allo stesso tempo, sarebbero degli utilizzatori poco educati delle nuove tecnologie mobili come smartphone e tablet.

Il 93% degli intervistati avrebbe dichiarato che non lascerebbe mai a casa il proprio telefonino, il 40% avrebbe sostenuto di portare sempre con se almeno due dispositivi digitali, mentre per un Italiano su cinque questo numero salirebbe addirittura a tre o più dispositivi.

Continua dopo la pubblicità...

Circa il 90% degli intervistati ritiene ineccepibile il proprio comportamento in relazione ai dispositivi mobili, peccato che, a domanda inversa (come giudichi il comportamento degli altri) si salverebbe solo un italiano su cinque! Stando al giudizio degli intervistati, quindi, circa l'ottanta per cento della popolazione "mobile" sarebbe composta da cafoni-tecnologici.

Per il 77% del campione oggetto di studio, la forma peggiore e più diffusa di maleducazione tecnologica sarebbe lo scrivere messaggini mentre si è al volante della propria auto, un comportamento molesto che supera per biasimo il classico "parlare a voce alta mentre si telefona" con il suo 73%.

Le suonerie sgradevoli sarebbero indicate dal 58% degli intervisti come la forma di maleducazione più spiacevole, mentre con il 55% troviamo le distrazioni telefoniche mentre si parla con qualcuno "dal vivo".

Le donne, sempre secondo questa indagine, sarebbero le più ossessionate dalla tecnologia mobile: ben il 71% di esse controllerebbe quotidianamente SMS e chiamate prima di uscire di casa... un bel 4% in più rispetto alla popolazione maschile.

I commenti degli utenti

I commenti sono sottoposti alle linee guida di moderazione e prima di essere visibili devono essere approvati da un moderatore.