Italiani dipendenti dai dispositivi mobili

Italiani dipendenti dai dispositivi mobili

Secondo una ricerca condotta di recente dagli analisti di Deloitte ("Global Mobile Consumer Survey 2014"), gli Italiani soffrirebbero di una vera e popria "dipendenza" da smartphone e tablet; in pratica la maggior parte dei nostri connazionali connetterebbe il proprio dispositivo mobile alla Rete a partire dalla mattina presto.

I dati raccolti evidenzierebbero come il 35% degli intervistati avrebbe dichiarato di controllare il proprio telefonino entro i primi 5 minuti dal risveglio, il 55% entro un quarto d'ora; tra le attività più frequanti vi sarebbero la lettura degli SMS (25%) e la consultazione dei messaggi istantanei (25%) in particolare tramite WhatsApp.

Continua dopo la pubblicità...

Ben un quarto dei componenti del campione sondato avrebbe dichiarato di svolgere quotidianamente, e a partire dalle prime ore del giorno, attività come l'apertura della posta elettronica, l'accesso ai Social Network (con una preferenza per Facebook e Twitter) o l'utilizzo di applicazioni per il meteo e gli aggiornamenti.

Per quanto riguarda il comparto tablet, gli Italiani sarebbero in assoluto il popolo che utilizza maggiormente tale dispositivi fuori casa; il 35% degli abitanti del Belpaese superebbe di gran lunga le percentuali registrate in altre aree come la Corea del Sud (con il 29%), Spagna (25%), Francia (22%), Germania (19%) e Regno Unito (16%).

Il 18% di nostri connazionali darebbe uno sguardo al proprio cellulare fra le 25 e 50 volte al giorno, il 64% più di 10 volte; per navigare gli Italiani utilizzerebbero in particolare le reti Wi-Fi, mentre l'adozione del 4g sembrerebbe ancora molto limitata soprattutto perché ritenuto ancora troppo poco diffuso e più costoso delle alternative disponibili.

I commenti degli utenti

I commenti sono sottoposti alle linee guida di moderazione e prima di essere visibili devono essere approvati da un moderatore.