Italiani popolo di santi, poeti... ma non di navigatori!

Una recente inchiesta del quotidiano La Repubblica mette in luce l'evidente ritardo con cui nel nostro paese si stà diffondendo la cultura tecnologica. Mediamente in Europa almeno il 40% della popolazione utilizza Internet, questa percentuale è più bassa in soli 3 paesi tra cui l'Italia.

Penultimi dopo gli Spagnoli, gli Italiani che navigano la Rete sarebbero poco più di 1/3 sulla popolazione totale, mentre nel resto dell'Europa vi sono popoli come gli Olandesi che possono vantare una percentuale pari all'83% (praticamente tutti se si escludono i troppo vecchi e i troppo giovani).

Popolazione più vecchia della media? Scarsa propensione a qualsiasi tipo di attività intellettuale? Strapotere della televisione? Paura delle nuove tecnologie? Le motivazioni sono ancora oscure ma una cosa sembra chiara: vi è una parte della popolazione italiana che non è affatto interessata ad acquisire una cultura tecnologica.

I commenti degli utenti

I commenti sono liberi: non è necessario iscriversi per poter commentare su questa pagina. Tutti i commenti, tuttavia, sottoposti alle linee guida di moderazione e prima di essere visibili devono essere approvati da un moderatore.