Kim Dotcom potrà denunciare i servizi segreti neozelandesi

  • ForumDiscuti sul forum
  • PrecedenteVolti di donna sul Doodle di Google
  • SuccessivoCrowdFundMe raccoglie capitali online per le startup
Kim Dotcom potrà denunciare i servizi segreti neozelandesi

Buone notizie per il più controverso tra gli imprenditori della Rete, Kim Dotcom, fondatore dei defunti Megavideo e Magaupload nonché creatore di Mega, potrebbe, volendo, fare causa ai servizi segreti della Nuova Zelanda per l'operazione che mesi fa portò al suo arresto.

In pratica, la Corte d'Appello neozelandese a cui si sono rivolti i legali di Dotcom avrebbe dichiarato illegittima l'azione di spionaggio svolta a suo carico da parte degli 007 dello stato oceanico; potenzialmente quindi questi ultimi potrebbero essere denunciati dal danneggiato.

Tale pronunciamento farebbe seguito ad una richiesta formulato dallo stesso governo della nazione che avrebbe espressamente richiesto di esonerare il GCSB (Government Communications Security Bureau) dalle eventuali richieste di risarcimento da parte di Dotcom.

Il GCSB collaborò attivamente con l'FBI statunitense nell'indagine sulle attività dell'imprenditore, trattandosi infatti di un'agenzia di controspionaggio essa non sarebbe in nessun modo autorizzata a monitorare residenti in Nuova Zelanda o a sequestrare beni di loro proprietà.

I commenti degli utenti

I commenti sono liberi: non è necessario iscriversi per poter commentare su questa pagina. Tutti i commenti, tuttavia, sottoposti alle linee guida di moderazione e prima di essere visibili devono essere approvati da un moderatore.