Kindle violato dagli hackers

Kindle violato dagli hackers

Alcuni hackers sarebbero riusciti a violare il DRM (Digital rights management) nel lettore di e-book Kindle realizzato dai tecnici della Amazon; un guaio per il noto store on line perché la violazione del DRM potrebbe permettere di fruire gratuitamente di testi protetti da copyright.

Tutto sarebbe nato da una sfida lanciata all'interno di un forum di lingua ebraica in cui gli hackers venivano invitati ad abbattere le protezioni previste nel sistema che gestisce Kindle; meno di una settimana dopo il DRM sarebbe crollato sotto gli attacchi in forma di codice.

La "porta" per il successo dell'hacking sarebbe stata trovata grazie alla device key utilizzata per la criptazione dei testi in Kindle, questa sarebbe infatti univoca per ogni libro protetto permettendo di bypassare le protezioni previste per il lettore di e-book.

La possibilità di violare il DRM di Kindle potrebbe causare non pochi grattacapi alla Amazon, il dispositivo è stato infatti concepito in particolare per stimolare la vendita di testi in formato digitale presso gli utenti.

I commenti degli utenti

I commenti sono liberi: non è necessario iscriversi per poter commentare su questa pagina. Tutti i commenti, tuttavia, sottoposti alle linee guida di moderazione e prima di essere visibili devono essere approvati da un moderatore.