L'Europa pensa a Mr.Sicurezza

L'Europa pensa a Mr.Sicurezza

E' passato quasi inosservato il recente appello della Commissario Europeo Viviane Reding durante la conferenza svoltasi recentemente a Tallin che ha richiesto una maggiore attenzione da parte dei governi relativamente al tema della sicurezza informatica.

L'allarme lanciato dalla Reding non è basato su un semplice sospetto, nazioni come la Georgia, la Lettonia e l'Estonia (uno dei paesi più informatizzati del Mondo) hanno recentemente subito seri attacchi informatici; la preoccupazione si estende a livello mondiale se si considerano anche continui attacchi sferrati contro la Rete USA.

Continua dopo la pubblicità...

Il problema non riguarda semplicemente il funzionamento dei sistemi informatici, un attacco spesso non determina soltanto un danno per una macchina; si pensi infatti che un settore chiave come la distribuzione idrica in molti paesi è totalmente informatizzato.

Per fronteggiare gli attacchi informatici, la Reading ha proposto di costituire una commissione appositamente dedicata denominata "Mister Cybersicurezza". Il problema della sicurezza informatica è una questione concreta e della massima importanza, c'è d'augurarsi quindi che la nuova commissioni si dimostri realmente in grado di fonteggiare le emergenze informatiche e non si riveli l'ennesimo ed inutili carrozzone burocratico capace solo di far lievitare i costi posti a carico dei contribuenti.

I commenti degli utenti

I commenti sono sottoposti alle linee guida di moderazione e prima di essere visibili devono essere approvati da un moderatore.