L'Irlanda dichiara guerra ai pirati

L'Irlanda dichiara guerra ai pirati

Proprio in Irlanda, patria della leggendaria piratessa Grace O'Malley, il più importante provider di connettività Internet del Paese ha recentemente reso noto che gli utenti scoperti ad utilizzare le Reti per il file sharing verranno disconnessi senza alcuna pietà.

Protagonista dell'iniziativa è il gigante Eircom, il provider avvierà un programma di test mirati all'individuazione dei pirati informatici e al loro allontanamento dalla Rete, il tutto grazie ad una procedura denominata "disconnessione forzata" già possibile in altri paesi come la Francia.

A rendere degna di segnalazione la decisione di Eircom è il fatto che l'azienda potrà procedere con la disconnessione senza per questa ricevere alcuna indicazione dalle autorità giudiziarie, basterà invece una segnalazione da parte della IRMA, rappresentante della RIAA in Irlanda.

La disconnessione forzata non sarà però immediata, gli utenti scoperti a scaricare materiali coperti da diritti d'autore riceverannoben quattro avvisi, il terzo corrisponderà ad una settimana di disconnessione, il quarto costerà un anno di isolamento dalla Rete.

I commenti degli utenti

I commenti sono liberi: non è necessario iscriversi per poter commentare su questa pagina. Tutti i commenti, tuttavia, sottoposti alle linee guida di moderazione e prima di essere visibili devono essere approvati da un moderatore.