L'Italia ha fame di informatici

L'Italia ha fame di informatici

Un recente convegno organizzato a roma dal CNIPA (Centro Nazionale per Informatica nella Pubblica Amministrazione) e dalla Ragioneria generale dello Stato ha messo in luce l'estremo bisogno di tecnici e di sviluppatori informatici nel nostro paese.

Entro il 2010, l'Italia dovrà usufruire dell'opera di almeno 21mila professionisti dell'ICT, ma il problema principale stà nel fatto che queste figure professionali formalmente non esistono e non esiste neanche una tabella retributiva che spiega come dovrebbero essere remunerati.

Il problema è molto più grave di quanto non possa sembrare, la mancanza di formazione professionale nel settore informatico costa al nostro paese ben 19 miliardi di Euro l'anno (dati AICA-SDA Bocconi).

I commenti degli utenti

I commenti sono sottoposti alle linee guida di moderazione e prima di essere visibili devono essere approvati da un moderatore.