Lavoratori del futuro: le previsioni degli imprenditori

Lavoratori del futuro: le previsioni degli imprenditori

"Future of Work: Forecasting Emerging Technologies' Impact on Work in the Next Era of Human-Machine Partnerships" è il titolo di una rilevazione svolta da dall'Institue For The Future per conto di Dell Technologies con lo scopo di definire quello che sarà il "profilo del lavoratore del futuro". In che modo le tecnologie basate sulle Intelligenze artificiali e il Machine Learning cambieranno il nostro modo di lavorare?

Lo studio ha coinvolto 4.600 tra imprenditori e dirigenti di 42 diversi Paesi. Per quanto riguarda la Penisola il primo dato interessante riguarda la necessità di skill digitali avanzate che saranno fondamentali per circa il 71% del campione analizzato, tale percentuale calerebbe invece drasticamente a livello mondiale attestandosi intorno al 60%.

Si tratta di stime per il futuro, ma non di un futuro troppo lontano, i ricercatori hanno scelto infatti il 2030 come anno di riferimento per cercare di prevedere quella che sarà l'evoluzione del mercato del lavoro nel corso dei prossimi 10 anni. L'82% degli Italiani intervistati, contro il 54% a livello mondiale, sarebbero convinti che la prossima generazione di lavoratori disporrà di competenze disruptive rispetto a quella precedente.

Tali convinzioni starebbero spingendo diverse aziende ad investire sulla formazione dei propri dipendenti, con un numero sempre crescente di corsi di aggiornamento in house dedicati alla programmazione. Mancherebbe però il supporto da parte delle istituzioni, problematica citata dal 53% del campione. con la politica ancora lontana da definire normative chiare in vista di una robotizzazione sempre più pervasiva.

Continua dopo la pubblicità...

Per il 70% dei business leader contattati, il futuro delle imprese dovrebbe essere individuato soprattutto in un'interazione sempre più efficiente tra uomo e macchina. AI, IoT, Big Data e Data Analysis saranno con tutta probabilità i settori su cui si dovrà investire, indipendentemente dal comparto di riferimento, per rimanere competitivi sul mercato.

I commenti degli utenti

I commenti sono liberi: non è necessario iscriversi per poter commentare su questa pagina. Tutti i commenti, tuttavia, sottoposti alle linee guida di moderazione e prima di essere visibili devono essere approvati da un moderatore.