Libra: non sostituiremo le valute ufficiali

Libra: non sostituiremo le valute ufficiali

Bertrand Perez, Managing Director della Libra Association, ha recentemente approfittato di un evento incentrato sulla Blockchain per chiarire alcuni aspetti della cryptovaluta che Facebook e tutte le altre aziende coinvolte nel progetto hanno intenzione di lanciare entro il 2020. Lo scopo è stato probabilmente quello di tranquillizzare le autorità bancarie e i regolatori.

Per sgombrare il campo da qualsiasi equivoco Perez avrebbe voluto sottolineare che Libra non è stata concepita con l'obbiettivo di sostituire le valute ufficiali. Si tratta però di una dichiarazione almeno in parte contrastante con l'ambiziosa intenzione iniziale di Mark Zuckerberg e soci, quella di rivoluzionare il mondo dell'economia a livello mondiale.

A tal proposito il dirigenze avrebbe ricordato che la Libra Association non ha alcuna intenzione di creare una proprio policy monetaria, stando così le cose la Libra Reserve dovrebbe essere considerata un istituto di garanzia, progettato con la scopo di rendere Libra una stablecoin al riparo dalle fluttuazioni monetarie che influenzano il valore delle altre monete digitali.

Perez avrebbe infine confermato che Libra sarebbe stata pensata anche come uno strumento per la lotta alla povertà, soprattutto nei paesi in cui le tensioni inflazionistiche contribuiscono maggiormente a determinare l'indigenza di ampie fasce della popolazione. Da questo punto di vista la Libra Association potrebbe rivelarsi un alleato dell'ONU nel raggiungimento di diversi obbiettivi apparentemente ancora lontani.

Continua dopo la pubblicità...

Con il suo intervento il manager non ha però chiarito quello che è oggi uno dei dubbi più diffusi presso gli ambienti finanziari: l'appuntamento con Libra è ancora fissato per il prossimo anno? Menlo Park e soci potrebbero non riuscire a rispettare la roadmap precedentemente definita a causa delle pressioni provenienti da diversi governi, a partire da quello statunitense.

I commenti degli utenti

I commenti sono liberi: non è necessario iscriversi per poter commentare su questa pagina. Tutti i commenti, tuttavia, sottoposti alle linee guida di moderazione e prima di essere visibili devono essere approvati da un moderatore.