Licenziamenti in casa Nokia

Licenziamenti in casa Nokia

La congiuntura economica negativa a livello mondiale si fa sentire anche per un colosso della telefonia mobile come Nokia che ha deciso di reagire con una politica basata anche su tagli al personale; a breve andranno a casa 450 impiegati dell'azienda.

Questa nuova ondata di licenziamenti segue a ruota quella ben più sostanziosa di alcuni mesi fa in cui erano stati mandati a casa ben 3 mila lavoratori; un segno preoccupante dei tempi che corrono, soprattutto se si pensa che il 2009 doveva essere l'anno del mobile.

Continua dopo la pubblicità...

I licenziamenti sono stati programmati per esigenze di bilancio, la parola d'ordine tra i managers di Nokia è "ottimizzazione dei costi", evidentemente l'intenzione dovrebbe essere quella di risparmiare sugli stipendi per aumentare i margini di profitto.

Le previsioni per il resto dell'anno non sono certamente ottimistiche, si prevede infatti una contrazione del 10% dell'intero mercato della telefonia mobile; solo Apple sembra sorridere grazie alle ottime vendite del suo iPhone, vero e proprio "dispositivo anti-crisi" per Cupertino.

I commenti degli utenti

I commenti sono sottoposti alle linee guida di moderazione e prima di essere visibili devono essere approvati da un moderatore.