LinkedIn compra Pulse

Da tempo corre voce che i vertici del social network professionale LinkedIn abbiano intenzione di apportare importanti modifiche a carico della loro piattaforma; in questo senso, il recente acquisto dell'aggregatore di notizie Pulse potrebbe essere un'indizio relativo ad un cambiamento imminente.

Pulse, che sarebbe stato ceduto per 90 milioni di dollari al gruppo di Reid Hoffman e soci, ha avuto una storia abbastanza curiosa; oggi conterebbe infatti circa 30 milioni di utenti, ma il successo sarebbe arrivato soltanto in seguito ad una menzione del servizio da parte di Steve Jobs nel 2010.

Continua dopo la pubblicità...

A rendere Pulse differente dagli altri aggregatori di news è il fatto che esso raccoglie in particolare contenuti redatti da professionisti di settore, per cui il passaggio a LinkedIn potrebbe rappresentare un primo passo di quest'ultimo nel campo dell'editoria basata sulle competenze.

Attualmente l'applicazione fornita da Pulse è utilizzabile sia su Desktop che su dispositivi basati su Android e iOs; secondo quanto dichiarato da Deep Nishar, vice presidente del gruppo, l'acquisizione non dovrebbe comportare un'integrazione di questo strumento nella App per LinkedIn.

I commenti degli utenti

I commenti sono sottoposti alle linee guida di moderazione e prima di essere visibili devono essere approvati da un moderatore.