LulzSec attacca il Senato USA, nessun danno

LulzSec, la stessa crew di crackers resasi protagonista di altri attacchi informatici negli scorsi giorni (Sony e Nintendo), avrebbe tentato di colpire anche le infrastrutture telematiche del Senato degli Stati Uniti, questa volta però l'incursione non avrebbe cagionato alcun danno.

L'accaduto sarebbe stato confermato dalla portavoce Martina Bradford, i ragazzi di LulzSec avrebbero utilizzato l'account di un senatore (rimasto anonimo) per tentare di accedere ai dati sensibili dell'istituzione, ma il firewall sarebbe stato in grado di scongiurarne la violazione.

L'esito della vicenda sarebbe stato motivo di grande soddisfazione per lo staff tecnico del Senato, gli "incursori" sarebbero riusciti unicamente a leggere la struttura delle directory del sito Web Senate.gov senza però riuscire ad andare oltre.

Per la recente ondata di attacchi da parte dei crackers non sembra però ancora arrivato il momento del riflusso, di poche ore fa è infatti la notizia che la game house Bethesda Softworks avrebbe subito il furto dei dati di ben 200 mila giocatori.

I commenti degli utenti

I commenti sono liberi: non è necessario iscriversi per poter commentare su questa pagina. Tutti i commenti, tuttavia, sottoposti alle linee guida di moderazione e prima di essere visibili devono essere approvati da un moderatore.