Mactans, il caricabatterie che "buca" iOS

  • Facebook
  • Twitter
  • Linkedin
  • Email

I ricercatori del Georgia Institute of Technology hanno presentato un dispositivo denominato Mactans nel corso dell'ultima conferenza Black Hat di Las Vegas; si tratta in pratica di un "finto" caricabatterie che potrebbe essere utilizzato per sferrare attacchi contro iPhone e iPad.

In pratica, una volta collegato il device ad un dispositivo gestito tramite il sistema operativo mobile iOS, esso sarebbe in grado di effettuare l'injection di codice malevolo e, addirittura, di procedere con l'installazione di applicazioni finalizzate a prendere il controllo della piattaforma.

Mactans funziona naturalmente anche come alimentatore, ma a renderlo insidioso sarebbe il fatto che esso sfrutterebbe il meccaniamo di connessione tra un device mobile e un caricabatterie tramite USB per veicolare ogni sorta di minaccia.

Mactans riuscirebbe infatti ad intercettare il momentaneo "sblocco" di iOS che si verifica contestualmente alla connessione, fatto questo esso sarebbe in grado di crearsi un vero e proprio canale per il passaggio di dati senza sottostare ad alcuna verifica.

Claudio Garau

Web developer, programmatore, Database Administrator, Linux Admin, docente e copywriter specializzato in contenuti sulle tecnologie orientate a Web, mobile, Cybersecurity e Digital Marketing per sviluppatori, PA e imprese.

Non perderti nessuna news!

I commenti degli utenti

I commenti sono liberi: non è necessario iscriversi per poter commentare su questa pagina. Tutti i commenti, tuttavia, sottoposti alle linee guida di moderazione e prima di essere visibili devono essere approvati da un moderatore.

Oppure leggi i commenti degli altri utenti