Meno "amici" su Facebook

Meno "amici" su Facebook

Quello successivo all'offerta pubblica dei titoli azionari di Facebook avrebbe potuto essere il vero periodo d'oro per il social network più grande della Rete; sembrerebbe invece che l'IPO abbia segnato l'inizio di quello che sarebbe il primo vero momento di difficoltà nella storia del progetto.

Le cose per Mark Zuckerberg e soci non starebbero andando bene innanzitutto dal punto di vista finanziario, basti pensare al valore del titolo azionario del gruppo passato in poche settimane da 42 a 25 dollari; vi è poi da considerare il giro d'affari derivante dall'advertising che non mostra segnali di crescita.

Continua dopo la pubblicità...

A creare ulteriori grattacapi per il Sito in Blue sarebbe il fatto che starebbe aumentando il numero di iscritti che decidono di abbandonare Facebook dopo una frequentazione più o meno lunga; 7 milioni le "defezioni" registrate tra USA e Gran Bretagna negli ultimi mesi.

E' probabile che quella a cui stiamo assistendo non sia una fase di declino per Facebook, ma semplicemente l'inizio di una trasformazione che porterà la piattaforma a trasformarsi sempre di più da social network "di grido" a strumento di comunicazione ormai entrato nella quotidianità di tutti (o quasi).

I commenti degli utenti

I commenti sono sottoposti alle linee guida di moderazione e prima di essere visibili devono essere approvati da un moderatore.