Meta taglia le assunzioni per proteggersi dalla crisi

  • Facebook
  • Twitter
  • Linkedin
  • Email
Meta taglia le assunzioni per proteggersi dalla crisi

Secondo i vertici di Meta nel corso dei prossimi mesi il mondo sarà costretto ad affrontare una delle peggiori crisi economiche della storia recente, i trend macroeconomici, l'inflazione e i conflitti in atto ne sarebbero la dimostrazione. Per questo motivo l'azienda californiana avrebbe deciso di tagliare le assunzioni previste per il 2022 del 30%.

Inizialmente il gruppo capitanato da Mark Zuckerberg aveva programmato di assumere non meno di 10 mila nuovi ingegneri nel corso dell'anno corrente, ora le cose dovrebbero cambiare e con tutta probabilità non si andrà oltre le 6 o 7 mila nuove unità. La revisione del piano di assunzioni sarebbe stata già comunicata ai dipendenti tramite una comunicazione interna.

Possibili anche licenziamenti a causa della crisi economica prevista e delle nuove normative sulla privacy

Questa visione pessimistica riguardo al futuro potrebbe portare anche a dei licenziamenti? A tal proposito è possibile citare le pesanti parole pronunciate di recente dallo stesso fondatore di Meta, secondo cui è probabile che in questo momento la sua società stia dando lavoro a diverse persone che non dovrebbero stare dove si trovano.

E' quindi possibile che alle mancate assunzioni si aggiunga una maggiore pressione a carico degli attuali collaboratori, ciò anche in considerazione del fatto che normative sulla privacy sempre più severe (non solo in Europa) potrebbero determinare un calo dei profitti. La stragrande maggioranza delle entrate di Meta si basano infatti sull'advertising.

Il gruppo che fa capo a Facebook ed Instagram è l'unico ad affrontare un momento di difficoltà? No, nel 2022 le perdite complessive dell'indice NASDAQ sono state di oltre il 30% e a questo punto non resta che attendere i risultati delle prossime trimestrali di cassa, quelle relative al secondo quarto dell'anno, per capire in quali acque stanno navigando le Big Tech.

Claudio Garau

Web developer, programmatore, Database Administrator, Linux Admin, docente e copywriter specializzato in contenuti sulle tecnologie orientate a Web, mobile, Cybersecurity e Digital Marketing per sviluppatori, PA e imprese.

Non perderti nessuna news!

I commenti degli utenti

I commenti sono liberi: non è necessario iscriversi per poter commentare su questa pagina. Tutti i commenti, tuttavia, sottoposti alle linee guida di moderazione e prima di essere visibili devono essere approvati da un moderatore.

Oppure leggi i commenti degli altri utenti