Metaverso: le previsioni di Intel

  • Facebook
  • Twitter
  • Linkedin
  • Email
  • CommentaScrivi un commento
  • ForumDiscuti sul forum
  • PrecedenteVoucher banda larga: sostegni per 610 milioni di euro
  • SuccessivoGoogle: nuove limitazioni per gli Ad-Blocker?
Metaverso: le previsioni di Intel

Dopo l'evento durante il quale l'azienda fondata da Mark Zuckerberg ha deciso di cambiare il suo nome da Facebook Inc. a Meta il tema del Metaverso è diventato improvvisamente attualissimo, soprattutto in considerazione delle opportunità che un ecosistema del genere potrebbe offrire in termini di nuovi servizi e delle modalità con cui questi ultimi potranno essere erogati.

Un Metaverso è nello specifico un luogo virtuale in cui incontrarsi, lavorare, giocate, comprare e vendere prodotti assumendo le sembianze di un avatar digitale, ma quale potrebbe essere la potenza di calcolo necessaria per sostenere un'infrastruttura di questo genere? A tale domanda ha provato a rispondere il colosso dei semiconduttori Intel.

Secondo quanto riportato in proposito da Raja Koduri, uno dei dirigenti di Intel AXG (Accelerated Computing Systems and Graphics) le attuali stime parlerebbero di capacità computazionali almeno mille volte superiori rispetto a quelle che si possono ottenere attualmente. Questo perché plausibilmente il Metaverso riguarderà non milioni ma miliardi di persone.

Il Metaverso, o per meglio dire la sua idea, nasce infatti come esperienza totalmente immersiva destinata a occupare anche gran parte delle vita quotidiana di ciascun partecipante, nel contempo tutte le interazioni si svolgono in tempo reale e per riprodurre e sostenere questo vero e proprio "mondo parallelo" saranno necessario processori molto più potenti di quelli attuali.

Considerando le problematiche che oggi coinvolgono il mercato dei semiconduttori, come per esempio un chip shortage di livello globale, l'infrastruttura del Metaverso potrebbe richiedere anche molto tempo per essere realizzata ed è probabile che almeno nella sua fase iniziale riguarderà soltanto un numero ristretto di utenti con accesso a pagamento.

Claudio Garau

Web developer, programmatore, Database Administrator, Linux Admin, docente e copywriter specializzato in contenuti sulle tecnologie orientate a Web, mobile, Cybersecurity e Digital Marketing per sviluppatori, PA e imprese.

Non perderti nessuna news!

I commenti degli utenti

I commenti sono liberi: non è necessario iscriversi per poter commentare su questa pagina. Tutti i commenti, tuttavia, sottoposti alle linee guida di moderazione e prima di essere visibili devono essere approvati da un moderatore.

Oppure leggi i commenti degli altri utenti