Microsoft fa causa all'hacker di Media Player

Microsoft ha fatto causa ad un hacker anonimo reo di aver creato e diffuso alcuni programmi in grado di bypassare il sistema di protezione presente nel Media player, consentendo di effettuare copie dei contenuti multimediali protetti.
L'hacker, conosciuto come "Viodentia", è accusato di aver ottenuto illegalmente alcuni codici sorgente del media player che gli sarebbero serviti per produrre il programma chiamato FairUse4WM.
La società di Seattle spiega in una nota che "questo programma software consente agli utenti di alterare o rimuovere il Drm di Microsoft dai file di Windows Media e permettere di accedere o copiare file musicali o cinematografici coperti da copyright".

I commenti degli utenti

I commenti sono sottoposti alle linee guida di moderazione e prima di essere visibili devono essere approvati da un moderatore.