Microsoft e GDPR, verifica del Garante

  • ForumDiscuti sul forum
  • Precedente15.5 milioni di euro per l'Impresa 4.0
  • SuccessivoWindows 10: basta con la rimozione sicura dell'hardware
Microsoft e GDPR, verifica del Garante

L'EDPS (European Data Protection Supervisor), sostanzialmente il Garante della Privacy che opera a livello europeo, avrebbe dato vita ad un'indagine volta a verificare che la Microsoft stia rispettando quanto previsto dal GDPR (General Data Protection Regulation), la normativa che regola acquisizione, conservazione e trattamento dei dati in tutti gli stati membri dell'Unione.

Nel caso specifico la verifica dell'Autority dovrebbe essere mirata in particolare a chiarire se i contratti siglati dalla Casa di Redmond con alcune istituzioni europee siano conformi con la normativa vigente. L'iniziativa troverebbe origine in un'inchiesta svolta dalle autorità dei Paesi Bassi riguardante l'archiviazione dei dati da parte di Microsoft Office.

Gli inquirenti olandesi avrebbero infatti rilevato 8 clausole in violazione del GDPR nelle suite Office ProPlus e Office 365, in entrambi i casi si tratta di soluzioni che vengono utilizzate ampiamente in ambito istituzionale e nelle Pubbliche Amministrazioni delle UE, da qui l'esigenza di capire se le criticità riscontrate siano diffuse in ambito comunitario.

L'indagine olandese si sarebbe conclusa lo scorso febbraio e il gruppo capitanato da Satya Nadella avrebbe già assicurato che le correzioni necessarie per eliminare la mancata conformità saranno applicate entro la fine di aprile 2019. Microsoft ha tutto l'interesse di adeguare quanto prima i propri contratti, ma l'inchiesta di EDPS potrebbe far emergere ulteriori irregolarità.

Entrato in vigore nel maggio del 2016, il GDPR è divenuto operativo in tutti i Paesi UE a partire dal 25 maggio 2018. Contenente regole molto vincolanti sul trattamento dei dati personali, esso prevede anche pesanti sanzioni: fino a 10 milioni di euro o, per le aziende, fino al 2% del fatturato mondiale totale annuo calcolato in base all'esercizio precedente se superiore a tale cifra.

I commenti degli utenti

I commenti sono sottoposti alle linee guida di moderazione e prima di essere visibili devono essere approvati da un moderatore.