Microsoft: previsioni al ribasso per colpa del Coronavirus

Microsoft: previsioni al ribasso per colpa del Coronavirus

Anche la Casa di Redmond avrebbe ammesso che la recente epidemia di Coronavirus (COVID-19) avrà probabilmente dei riflessi negativi sull'andamento del suo business. Ad essere danneggiata da questo evento inatteso dovrebbe essere in particolare la divisione "More Personal Computing" per la quale le previsioni sarebbero state già riviste al ribasso.

A questo particolare segmento fanno riferimento prodotti come il sistema operativo Windows (e quindi Windows 10), il motore di ricerca Bing, le attività correlate all'advertising, gli accessori per i PC e i dispositivi della gamma Surface. Considerate tutte insieme, queste attività sarebbero in grado di produrre poco meno di un terzo degli utili del gruppo.

Continua dopo la pubblicità...

A creare questa situazione dovrebbe essere soprattutto il rallentamento della supply chain che, come accade per molte altre aziende dell'High Tech, vede la Cina giocare un ruolo rilevante. A questo punto, in un momento in cui l'epidemia vede raggiungere anche i paesi occidentali, è difficile prevedere quando le dinamiche di approviggionamento raggiungeranno nuovamente un livello di operatività standard.

Relativamente al giro d'affari prodotto tramite i sistemi operativi, Microsoft avrebbe ricordato agli investitori che le entrate nette derivanti da essi verrebbero realizzate per il 40% dalla cessione delle licenze commerciali, mentre i profitti generati dalle licenze per gli OEM rappresenterebbero una quota misurabile intorno ai 20 punti percentuali.

Dato che è prevedibile che il mercato dei PC subirà una flessione a seguito del contagio, l'ovvia conclusione è che vi sarà un calo anche dal punto di vista della domanda di licenze. I produttori opteranno plausibilmente per una strategia basata sulla cautela, motivo per il quale attenderanno tempi migliori prima di ripartire con le commesse.

I commenti degli utenti

I commenti sono sottoposti alle linee guida di moderazione e prima di essere visibili devono essere approvati da un moderatore.