Microsoft supera Apple per capitalizzazione

Microsoft supera Apple per capitalizzazione

Nel corso degli ultimi anni il valore di mercato delle azioni Apple è cresciuto costantemente, tanto che l'azienda di Cupertino era riuscita a raggiungere una capitalizzazione pari a mille miliardi di dollari. Grazie a questo risultato il gruppo capitanato da Tim Cook poteva vantarsi di aver generato performance nettamente migliori rispetto a quelle di concorrenti come, per esempio, Microsoft.

Ora, "grazie" ai decrementi che hanno coinvolto recentemente i titoli tecnologici, la Casa di Redmond è riuscita a prendersi un'importante rivincita: la sua capitalizzazione avrebbe infatti superato quella della Mela Morsicata anche se di "pochi dollari", per la precisione il valore della prima sarebbe arrivato a 812.93 miliardi contro gli 812.60 miliardi della seconda.

Continua dopo la pubblicità...

In realtà questa piccola soddisfazione di Satya Nadella e soci sarebbe durata soltanto poche ore, questo perché successivamente Apple avrebbe superato nuovamente l'avversaria. Nonostante ciò Cupertino deve fare i conti con un valore di mercato che dalla scorsa estate ad oggi sarebbe calato di circa 20 punti percentuali, più o meno 200 miliardi di dollari.

Ma quali potrebbero essere state le cause di questo sorprendente sorpasso? In generale tutte le risposte alle domande riguardanti il gruppo californiano contengono la parola "iPhone" e anche questo caso non farebbe eccezione. Gli investitori sarebbero seriamente preoccupati dalla diminuzione delle vendite che starebbe coinvolgendo il dispositivo a cui si deve il 60% degli introiti della società.

Per contro Microsoft starebbe raccogliendo i frutti di un importante riassetto delle proprie strategie commerciali. Una volta fallito il tentativo di conquistare l'ecosistema mobile, l'azienda ha deciso di non puntare più soltanto su Windows e prodotti a corredo, ma di scommettere con successo sui servizi in Cloud e sulle soluzioni basate sull'AI.

I commenti degli utenti

I commenti sono liberi: non è necessario iscriversi per poter commentare su questa pagina. Tutti i commenti, tuttavia, sottoposti alle linee guida di moderazione e prima di essere visibili devono essere approvati da un moderatore.