Microsoft Teams, per il lavoro ma non solo

  • ForumDiscuti sul forum
  • PrecedenteIl prezzo della mancata Digitalizzazione per le aziende
  • SuccessivoCriptovalute e truffe: le vittime sono i giovani
Microsoft Teams, per il lavoro ma non solo

Gli sviluppatori della Casa di Redmond hanno deciso di ampliare l'offerta di strumenti utilizzabili gratuitamente tramite la piattaforma collaborativa Microsoft Teams, in questo modo la compagnia statunitense intende estendere la platea di utilizzatori del servizio che fino ad ora è stato implementato soprattutto a favore di coloro che lo adottano in ambito professionale.

La maggior parte degli interventi effettuati riguardano il miglioramento della user experience, a tal proposito è possibile citare la modalità Together che permette di costruire dei contesti virtuali con cui riprodurre dei veri e propri ambienti reali, come per esempio la stanza di un'abitazione o uno studio, dove i partecipanti ad una discussione possono riunirsi.

Un'altra feature interessante riguarda le videochat di gruppo all'interno delle quali si potranno definire delle liste di compiti da distribuire tra le varie persone invitate tramite email o numero di telefono. Ogni to-do-list corrisponde ad un progetto i cui passaggi possono essere spuntati mano a mano che quest'ultimo viene portato a termine.

La partecipazione alle comunicazioni diventa ora maggiormente interattiva grazie alla possibilità di esprimere il proprio stato d'animo tramite delle reaction utilizzabili sia in modalità live, durante la conversazione, che offline quando se ne visualizza la registrazione. Disponibile inoltre il supporto per gli SMS con cui si potranno ricevere i messaggi delle chat ed inviare eventuali risposte.

Continua dopo la pubblicità...

L'idea di Microsoft sembrerebbe quella di voler trasformare Teams in un strumento ad uso misto utile sia in ambito lavorativo che per la gestione dei contatti personali, un po' come già accade con i dispositivi mobile, l'impiego di piattaforme per la comunicazione a distanza si è infatti diffuso notevolmente nel corso dell'ultimo anno e fa ormai parte delle abitudini di milioni di persone.

I commenti degli utenti

I commenti sono liberi: non è necessario iscriversi per poter commentare su questa pagina. Tutti i commenti, tuttavia, sottoposti alle linee guida di moderazione e prima di essere visibili devono essere approvati da un moderatore.