Microsoft Teams, per pensionare l'email

Microsoft Teams, per pensionare l'email

Microsoft Teams è un nuovo progetto della Casa di Redmond destinato ad integrarsi nella suite per la produttività Office 365; l'intenzione della compagnia capitanata da Satya Nadella è in pratica quella di offrire uno strumento per le comunicazioni alternativo alla posta elettronica considerata ormai incompleta nelle feature, poco immediata e insicura.

Microsoft Teams è soprattutto un'interfaccia centralizzata per l'accesso a diverse applicazioni, l'utilizzatore potrà spostarsi velocemente da un documento di Ms Word ad un foglio di calcolo realizzato con Excel così come effettuare una chiamata vocale, una videochiamata o una sessione di chat destreggiandosi con pochi click tra le feature di Office 365.

Apparentemente Microsoft Teams potrebbe sembrare una soluzione pensata in primo luogo per l'ambito professionale, ma oltre agli strumenti per il business sono presenti anche varie feature per il social networking, come per esempio la possibilità di condividere contenuti, embeddare video, inserire GIF animate o emoji nei messaggi e molto altro.

Per quanto riguarda le conversazioni, che saranno persistenti e quindi archiviate e consultabili in qualsiasi momento, queste verranno gestite in modo molto simile a quanto già avviene su altre piattaforme come per esempio Facebook, è stata quindi scelta un'organizzazione basata sui thread, con un post principali e gli altri contributi a seguire formando una solta di albero.

Continua dopo la pubblicità...

Microsoft Teams non sarà un servizio chiuso e permetterà di fruire contenuti provenienti da risorse esterne come per esempio GitHub per il versioning e Asana per il team tracking. Superando i limiti di Windows (che Nadella ha cercato sin dall'inizio di superere) verrà garantita la compatibilità anche con i sistemi operativi di Apple e Android.

I commenti degli utenti

I commenti sono liberi: non è necessario iscriversi per poter commentare su questa pagina. Tutti i commenti, tuttavia, sottoposti alle linee guida di moderazione e prima di essere visibili devono essere approvati da un moderatore.