Microsoft in tribunale contro i click fraudolenti

  • ForumDiscuti sul forum
  • PrecedenteMySpace licenzia un terzo degli impiegati
  • SuccessivoCrowdFundMe raccoglie capitali online per le startup
Microsoft in tribunale contro i click fraudolenti

I legali di Redmond si sono recentemente presentati presso la Corte Distrettuale del Distretto Ovest dello stato di Washington per intentare una causa contro tre persone ritenue responsabili di click fraud. E' la prima causa di questo tipo che vede Microsoft sedere sui banchi dell'accusa.

Eric Lam, Gordon Lam e Melanie Suen, questi sono i nomi dei tre accusati di aver violato il contratto per l'advertising della Microsoft al fine di danneggiarne le campagne promozionali. Ma la causa coinvolgerebbe anche alcune aziende probabilmente loro committenti.

Producendo fraudolentemente un numero di click evidentemente troppo alto, gli accusati avrebbero esaurito in breve tempo il budget stanziato dalla concorrenza, in questo modo i loro annunci avrebbero conquistato maggiore evidenza a costi più bassi per diverse chiavi di ricerca.

Vittime della sospetta frode sarebbero in particolare inserzionisti con annunci dedicati al videogame World of Warcraft e alle assicurazioni auto; grazie ad un cospicuo portafoglio di indirizzi IP da cui far provenire i click, la frode sarebbe stata perpetrata per breve tempo senza destare sospetti.

I commenti degli utenti

I commenti sono liberi: non è necessario iscriversi per poter commentare su questa pagina. Tutti i commenti, tuttavia, sottoposti alle linee guida di moderazione e prima di essere visibili devono essere approvati da un moderatore.