Milano è la prima città italiana a supportare l'NFC

  • ForumDiscuti sul forum
  • PrecedenteMark Zuckerberg pensa ad un impiego in Microsoft
  • SuccessivoCrowdFundMe raccoglie capitali online per le startup

Il capoluogo lombardo è stato scelto come sede per il primo esperimento di uso diffuso della tecnologia NFC (Near Field Communication) per le comunicazioni a cortissimo raggio; grazie a questa sperimentazione i Milanesi potranno effettuare pagamenti utilizzando il proprio smartphone.

Si tratta del primo effetto di un accordo tra tutti i più importanti carrier telefonici che operano nel nostro Paese, attualmente il progetto pilota è gestito da Telecom Italia, ma presto potrebbe essere esteso ad altre località e fornito da altri operatori.

L'esordio ambrogino dell'NFC è stato possibile anche grazie alla collaborazione di alcuni partner finanziari e tecnologici come per esempio Logital, Kinetic, San Paolo e ATM; l'obiettivo nell'immediato futuro sarebbe anche quello di estendere l'utilizzo dei pagamenti SIM based alla Pubblica Amministrazione.

I pagamenti tramite NFC saranno possibili soltanto tramite i dispositivi che supportino il relativo modulo, dispiace però dover osservare che proprio l'iPhone 5, cioè lo smartphone più famoso e acquistato al Mondo, ne è privo. Una mancanza gravissima in un device prodotto da un'azienda che ha sempre fatto dell'innovazione uno dei suoi cavalli di battaglia.

I commenti degli utenti

I commenti sono liberi: non è necessario iscriversi per poter commentare su questa pagina. Tutti i commenti, tuttavia, sottoposti alle linee guida di moderazione e prima di essere visibili devono essere approvati da un moderatore.