Multa da 1,5 milioni di dollari per aver condiviso 10 porno

Multa da 1,5 milioni di dollari per aver condiviso 10 porno

K.F. sarebbero le iniziali di un cittadino statunitense condannato a pagare una multa pari a 1,5 milioni di dollari per aver condiviso illegalmente su Internet una decina di filmati per adulti protetti da copyright; si tratterebbe della sanzione più alta mai comminata per un reato del genere.

Residente nello stato USA della Virginia, K.F. non sarebbe stato invece imputato per aver scaricato i film in oggetto dalle reti per il P2P, infatti i video sarebbero stati acquistati previo regolare pagamento sull'e-commerce del sito Web che fa capo alla Flava Works, casa produttrice dei titoli.

Continua dopo la pubblicità...

E sarebbero stati proprio i legali di quest'ultima a trascinare l'uomo davanti ai giudici; la Flava Works avrebbe infatti fatto realizzare un sistema per l'identificazione di ogni file scaricato dai suoi asset on line; una volta scoperta la loro condivisione in Rete, risalire al proprietario sarebbe stato molto facile.

In realtà, negli Stati Uniti sarebbe prevista una sanzione massima pari a 750 dollari per ogni file immesso nei circuiti di file sharing, a rendere più pesante la posizione dell'imputato sarebbe stato il riconoscimento del dolo che avrebbe permesso ai produttori di ottenere ben 150 mila dollari per video condiviso.

I commenti degli utenti

I commenti sono sottoposti alle linee guida di moderazione e prima di essere visibili devono essere approvati da un moderatore.