Una multa da 561 milioni di euro per Microsoft

Una multa da 561 milioni di euro per Microsoft

La Casa di Redmond dovrà pagare una sanzione pari a 561 milioni di Euro, a comminarla sarebbe stata la Commissione Europea come esito della sua indagine sull'indisponibilità del Ballot Screen per la scelta dei browser Web all'interno dei suoi sistemi operativi.

In pratica, questo strumento introdotto proprio per venire incontro alle richieste dell'Unione Europea, non sarebbe stato fornito agli utenti nelle installazioni di Windows 7 SP1 commercializzate all'interno dei confini del Vecchio Continente nel periodo compreso tra maggio 2011 e luglio 2012.

Continua dopo la pubblicità...

Nel complesso quindi il Ballot Screen non sarebbe stato reso disponibile per circa 15 milioni di acquirenti, la sua assenza sarebbe stata considerata una violazione agli obblighi normativi sulla concorrenza portando la Commissione all'erogazione della pesantissima multa.

Secondo quanto affermato dal vice-presidente Joaquín Almunia, l'entità della sanzione dovrebbe avere anche un effetto deterrente, l'idea è che in futuro nessun'altra azienda proverà a violare gli obblighi internazionali dopo aver avuto notizia del colpo inferto alla Microsoft.

I commenti degli utenti

I commenti sono sottoposti alle linee guida di moderazione e prima di essere visibili devono essere approvati da un moderatore.